martedì
21 ottobre
2014
| SEGNALA UN SITO | NAVIGATORE | I MIEI BANNER |    
   ORA SEI IN: » HOME » IN PRIMO PIANO

La Girandola - il portale dei bambini, ragazzi e genitori
I giochi di Elio
I migliori link per approfondire un argomento. Scopri, conosci, divertiti, con l'aiuto del Girandolaio.
  In primo piano

Storia



La Shoah
27 gennaio: il Giorno della Memoria. Per sapere, per non dimenticare e per scegliere la giustizia, la tolleranza e la pace.


"Shoah" è un termine ebraico che significa "annientamento", "sterminio".
Esso si riferisce ad una delle più vergognose vicende della storia umana, quando i regimi dittatoriali nazi-fascisti, poco più di sessant'anni fa, stabilirono, attraverso leggi razziali, di far arrestare tutti gli Ebrei e di rinchiuderli nei campi di lavoro forzato e di sterminio, per eliminare del tutto la loro "razza", ritenuta inferiore.
La stessa sorte toccò agli zingari, agli slavi, agli handicappati, ai neri, e a tutti coloro che, secondo i nazisti e i fascisti, non appartenevano alla razza bianca ariana, considerata superiore e pura.

Oggi a noi può sembrare impossibile e incredibile che possano essere successi quei fatti e che donne, uomini e bambini di un intero popolo siano stati perseguitati, torturati e uccisi nei campi di concentramento e nelle camere a gas: ma è tutto tragicamente vero e ogni uomo appena ragionevole si vergogna ancora oggi di quello che successe.
E non dobbiamo pensare che i nazisti e i fascisti fossero tutti dei pazzi: sarebbe troppo facile liquidare lo sterminio accusando uno o due pazzi responsabili. I loro capi erano persone istruite e di normale intelligenza: sapevano quello che avevano deciso di fare. Lo sapeva Hitler e chi stava al suo fianco, lo sapeva Mussolini e il re d'Italia che firmarono le leggi razziali per perseguitare gli Ebrei italiani. Lo sapevano tutti coloro che obbedirono a quelle leggi sbagliate e crudeli.

Il "GIORNO DELLA MEMORIA" che viene celebrato ogni 27 gennaio, nella nazione e nelle scuole, serve proprio a non dimenticare le sofferenze di allora, per saper scegliere di evitare nuove sofferenze oggi, ad altri popoli e ad altre persone, in qualsiasi parte del mondo.

Ma la strada verso la giustizia e la pace è ancora lunga: basta guardare a quante guerre e persecuzioni sono ancora in atto in ogni continente del mondo. Occorre proprio l'impegno di tutti noi.

Disse Primo Levi a proposito di Anna Frank:
"Una singola Anne Frank detta più commozione delle miriadi che soffrirono come lei, la cui immagine è rimasta nell’ombra. Forse è necessario che sia così; se dovessimo e potessimo soffrire le sofferenze di tutti, non potremmo vivere".

[a cura di Tix]

•••Il grande dittatore
Activitaly
Presentazione del celebre film di Charlie Chaplin
BimFilm
Altra presentazione (in Flash) del capolavoro di Chaplin
Naviga e scopri
••••••••••••••••••••••••
Per approfondire
27 gennaio
Il giorno della memoria
Wikipedia
La seconda guerra mondiale
Ebraismo
Per conoscere la religione ebraica
UCEI
Unione delle Comunità Ebraiche Italiane
Diritti dell'uomo
La storica Dichiarazione dei Diritti dell'Uomo e del Cittadino
Diritti dei popoli
La Dichiarazione universale dei diritti fondamentali di tutti i popoli del mondo
Wikipedia Shoah
La categoria Wikipedia dedicata
La memoria della Shoah
Yad Vashem
Il luogo reale e virtuale dove si conserva la memoria delle vittime
Auschwitz Album
Un triste album fotografico d'epoca
La Grande Crociata
In memoria degli orrori della seconda guerra
Anne Frank tribute
La sua storia in un sito italiano
A. Frank Museum
Il sito della suo rifugio-museo ad Amsterdam
Giorgio Perlasca
Un eroe italiano al quale è dedicato un albero nel Giardino dei Giusti delle Nazioni
Voci dalla Shoah
Testimonianze di chi l'ha vissuta
Memoriale
Memoriale della Shoah di Milano
Museo Shoah
Museo virtuale
MEIS
Museo dell'ebraismo italiano


INDIETRO TORNA SU
Torna alla home della Girandola - il portale dei bambini, ragazzi e genitori

SEGNALA UN SITO | INFORMAZIONI | I MIEI BANNER | COLLABORA | AIUTO NAVIGATORE | MARCHIO QUALITA' | PUBBLICITA'
h t t p : / / w w w . l a g i r a n d o l a . i t

La Girandola è un'idea di Tiziano Trivella & Nicola Rainone
Copyright © (2000-2014) - La Girandola. Tutti i diritti riservati / All rights reserved.
E' vietata la riproduzione anche parziale.

web design: mail to: Nixs designer